I lavori degli allievi

De Cesare

Facchiano

Pezzullo

Rao

Troiano


Progect Work!

In questa fase i nostri allievi imparano a mettere in mostra i loro progetti.


Portfolio 2020

Tutti i percorsi formativi organizzati da ITS Campania Moda prevedono attività teorico/pratiche finalizzate all’acquisizione delle fondamentali competenze digitali trasversali, partendo dalle nozioni basilari di informatica fino alla realizzazione di progetti web ad alto contenuto interattivo.

Di seguito alcuni lavori realizzati dai nostri allievi:


Corso gratuito Fashion Communication: Orientamento Individuale

Orientamento individuale al corso gratuito Fashion Communication

Prenota subito una giornata di orientamento compilando i campi nel form in basso.

Ti aspettiamo presso l’Accademia della Moda di  Napoli al Corso A. Lucci, 156 (interno parcheggio Metropark).

Saremo noi a darti il giusto orientamento al percorso formativo Post Diploma GRATUITO nel settore Fashion Communication.

Non farti sfuggire questa occasione!

Compila i campi per iscriverti all’orientamento individuale



    Corso gratuito Fashion Communication: Proroga iscrizioni al 1° Ottobre

    Fashion Communication: Proroga iscrizioni al 1° Ottobre

    Proroga iscrizioni fino al 1° Ottobre 2019 alle ore 12:00

    Vuoi specializzarti nel campo della Comunicazione nel settore Moda? Sono aperte le iscrizioni alle selezioni, per partecipare affrettati, scarica il bando e la domanda di adesione.


    Percorsi formativi | Gratuiti ITS Campania Moda

    Open Day 2019, orientamento ai percorsi formativi gratuiti - Le Foto

    Le foto scattate durante la giornata di orientamento al percorso formativo in Fashion Communication.


    Per chi sogna un futuro nella moda | ITS Campania Moda

    Per chi sogna un futuro nella moda

    Da Donna Moderna del 20.02.19

    Una buona notizia per chi sogna un futuro nella moda: le griffe cercano personale qualificato.

    La moda cerca te: secondo i dati di Confindustria e Unioncamere nei prossimi cinque anni il settore assorbirà 47.000 nuovi impiegati “Dietro i lustrini delle passerelle ci sono persone super qualificate senza le quali uno stilista non  potrebbe fare nulla. Sono i veri pilastri della moda, da chimico che scopre come colorare i tessuti senza macchiare la pelle al modellista che trasforma la creatività in qualcosa che si può indossare davvero” – Paolo Bastianello, presidente del comitato Education di Sistema Moda Italia.

    Gli ITS sono istituti che riguardano professioni tecniche che permettono di acquisire conoscenze sul fronte dell’innovazione, sono due anni di studio con una didattica è perfettamente in linea con le esigenze delle imprese.

    Per un futuro nella moda scegli di formarti con gli ITS.

    Fonte: www.donnamoderna.com

    Per chi sogna un futuro nella moda | ITS Campania Moda

    L’Accademia della Moda investe su Milano

    Dall’ombra del Vesuvio a quella della Madonnina. L’Accademia della Moda, istituto partenopeo che da più di quarant’anni opera nel campo della formazione nelle discipline della moda e del design, ha aperto per la prima volta una sede nel capoluogo lombardo. “Dallo scorso autunno sono iniziati i primi corsi di modellistica e design della moda nella sede milanese in via Copernico, 1300 mq a pochi passi dalla Stazione Centrale. Per ora abbiamo 25 iscritti, per il prossimo anno scolastico prevediamo 50 nuovi immatricolati”, spiega a Pambianconews Michele Lettieri, presidente dell’accademia fondata da suo padre, maestro dell’arte sartoriale, che negli anni  60 brevettò un innovativo sistema modellistico che cambiò l’approccio alla produzione industriale. “Ciò che caratterizza la nostra offerta è il prezzo delle rette annuali che si aggira intorno ai 7mila euro, nettamente più basso rispetto ad altri istituti di formazione. Il livello della didattica è alto, come dimostrano i dati d’impiego post-diploma”, dichiara Lettieri.

    A Napoli l’Accademia della Moda ha due sedi vicine alla Stazione Centrale di Piazza Garibaldi, per una superficie totale di 2800 mq. L’istituto conta attualmente mille immatricolati, 100 docenti e un tasso di inserimento lavorativo entro il primo anno dal conseguimento del diploma pari all’80 per cento. “A Napoli, l’80% degli studenti sono italiani e provengono dal centro-sud. La scelta di essere a pochi passi dalla stazione ferroviaria facilita i pendolari, strategia che è stata esportata anche a Milano, città in cui enfatizziamo il nostro dna partenopeo contaminandoci con lo spirito dell’indubbia capitale della moda”, afferma il manager.

    Oggi l’Accademia offre tre corsi triennali: design della moda, design e architettura degli interni, graphic design e comunicazione visiva, cui si aggiungono due corsi biennali specialistici di secondo livello: art direction & copywriting e design dell’accessorio. I master accademici di primo livello sono invece improntati su marketing internazionale e comunicazione dell’italian style, disegno tecnico per la moda, design dell’accessorio. “A Napoli c’è il distretto con più alto numero di addetti in Europa, stiamo investendo molto nei corsi dedicati agli accessori, in primis scarpe e borse, stringendo importanti partnership con numerosi brand nazionali che aprono i propri uffici creativi ai nostri iscritti”, specifica Lettieri.

    L’Accademia della Moda si è legata, nel tempo, all’organizzazione di una serie di eventi su argomenti e temi particolarmente seguiti da esperti del settore, professionisti e personalità del mondo dell’arte, della cultura e delle istituzioni. Seguendo questo fil rouge, fino al 1° agosto il Pan – Palazzo delle Arti di Napoli ospiterà ‘Inclusion’, mostra di cui sono protagoniste le idee in movimento degli studenti dell’Accademia della Moda. L’inclusione tra arte e moda riprende la poetica dell’artista inglese Daniel Lismore, fonte di ispirazione per gli alunni. Il progetto espositivo si sviluppa in un percorso in cui si intrecciano e dialogano tra loro i lavori degli studenti con quelli di Lismore, per la prima volta in Italia con una sua personale. Highlight della mostra è il monito ‘Be yourself, everyone else is already taken’, imperativo  che invita ad essere sé stessi, celebra l’individuo, la libertà di essere, pensare e vivere, tracciando in modo autonomo e consapevole il proprio cammino di vita. “I fashion show appartengono a Milano, a Napoli meglio sperimentare con iniziative in grado di comunicare la moda in modo diverso, ad esempio intercettando la creatività di un artista come Lismore che può fungere da modello per gli studenti”, conclude Lettieri.

    L’Accademia della Moda ha chiuso il 2018 con un fatturato di 3 milioni di euro e punta al raddoppio nel giro di 3 anni.

     

    Fonte: www.pambianconews.com